Coronavirus. Fincopp chiede interventi.
Coronavirus. Fincopp chiede interventi

Coronavirus. Fincopp chiede interventi.

Coronavirus. Fincopp chiede interventi. Lo fa con una lettera articolata inviata a

  • On. Roberto Speranza
    Ministro della Salute – Roma
  • Dott. Achille Iachino
    Ministero della Salute – Roma
  • Dott.ssa Marccella Marletta
    Ministero della Salute – Roma

Nella sua lettera, partendo dai problemi che con tutta evidenza si stanno assommando ai molti già a carico dei pazienti incontinenti o con disfunzioni del pavimento pelvico, l’Associazione mette in eveidenza otto necesstià di intervento, in particolare per quanto riguarda le disponibilità di dispositivi medici-chirurgici:

  1. il rinnovo automatico delle prescrizioni e dei piani terapeutici in vigore
  2. la sburocratizzazione delle nuove pratiche (per nuovi pazienti e nuove insorgenze patologiche) presso gli Uffici Protesi delle Aziende Sanitarie presenti sul territorio, con accettazione diretta
  3. consegna diretta dei dispositivi medici monouso al domicilio del paziente, assunta la necessità per tutti, costatntemente reiterata dalla Aurotità Sanitarie, di non lasciare la proria abitazione
  4. opportunità di evitare la sottoscrizione della bolla di accompagnamento da parte dell’utente, al ricevimento dei dispositivi al proprio domicilio a mezzo corriere, per ridurre le possibilità di contagio
  5. segnalare alle Regioni i corrieri che, a dispregio delle norme in vigore sul coronavirus, non attrezzano adeguatamente i propri autisti e collaboratori nel trasporto merci; sul punto si segnala che nelle zone rosse, e non solo, risultano attualemente corrieri che si rifiutano di consegnare a domicilio i nostri dispositivi pur essendo di fronte a quantitiativi ingenti di consegne, essendo queste relative a a pazienti stomizzati e incontinenenti
  6. la necessità che tutti i punti su indicati siano oggetto di decisione che valide per tutta la durata della pandemia in atto e non oggetti di rinnovi temporali, da discutersi di volta in volta
  7. l’assicurazionoe degli adeguati e tempestivi cambi di tutore, tutte le volte che necessari: febbri da inferìzioni per cambi tutore non eseguiti correttamente, oltre ad essere di per sé motivi di grave patologia, possono, nella situzione data, portare ad esiti eziziali!
  8. la necesstà dell’attiviazinone immediiata del numero telefonico nazionale per incontinenza e stomia.

Copia della comunicazione integrale è scaricabile qui di seguito.
Sburocratizazzione coronavirus

Terremo informati sui contentui e sulle decisioni che verranno prese.

 

 

 

Lascia un commento