Fincopp ci ha lavorato tanto: ora la Proposta di Legge è stata presentata.

0
30

Fincopp ci ha lavorato tanto. Anni di lavoro. Contatti, incontri, discussioni, riunioni, con tutta la forza, la determinazione, la perseveranza – diremmo la cocciutaggine – di Fincopp, delle sue persone e, in modo particolare, del suo Presidente, Francesco Diomede.

Manca, in Italia, una legge che disciplini “le tipologie, i criteri e le modalità degli interventi che lo Stato, nel rispetto delle competenze regionali, riconosce e promuove in favore dei soggetti incontinenti e stomizzati, al fine di assicurare loro la piena tutela del diritto alla salute attraverso il miglioramento delle condizioni di vita fisiche e psichiche, il rispetto della dignità umana e il perseguimento di obiettivi di equità e di inclusione sociale”.

Parliamo di interventi “diretti, unitamente agli interventi generali del Servizio sanitario nazionale, a favorire lo sviluppo di un sistema integrato di cura, assistenza, riabilitazione e rieducazione che sia efficace, equo, omogeneo e liberamente accessibile, sull’intero territorio nazionale.

Ci riferiamo per la precisione a “a) i soggetti che soffrono, alternativamente o congiuntamente, di incontinenza urinaria e fecale media o grave, sia congenita sia acquisita; b) i soggetti ai quali, a seguito di un intervento chirurgico, è stato applicato un nuovo collegamento, provvisorio o permanente, tra cavità interne del corpo ed esterno, attraverso il confezionamento di una o più stomie cutanee”.

Tutto questo e molto di più sta scritto oggi in una proposta di legge, dal titolo “Disposizioni in favore dei soggetti incontinenti e stomizzati”, presentata alla Camera dei Deputati dagli Onorevoli Marco Lacarra, Ubaldo Pagano e Paolo Siani. Una proposta composta di sei articoli e di una presentazione introduttiva che è disponibile, per chi lo desidera, a questo link: Proposta di Legge incontinenza – mod

Un risultato importante che fino ad un po’ di tempo fa sarebbe sembrato impossibile. Tanto importante che sarà oggetto di un evento di presentazione, a Roma, nelle prossime settimane, con la partecipazione di del Presidente di Fincopp naturalmente.

Un risultato che non è un punto di arrivo ma un punto di partenza. La strada per giungere, in Italia, ad una gestione efficace e corretta del tema incontinenza e di quello delle stomie è sicuramente ancora lunga. Ora però è stato fatto un passo importante che rappresenta un punto di svolta: c’era un prima e c’è un adesso.

Il problema, lo sappiamo, non è sanitario, non è assistenziale, non è istituzionale: il problema è culturale, quello della conoscenza e del sentire. Conoscenza e cultura che raggiungano e attraversino la società italiana, in tutte le sue componenti, nel senso più ampio e conducano a un sentire di queste patologie e di questi disturbi al pari di qualsiasi altro. Faremo di tutto perché ci sia un dopo che giunga ad una conclusione positiva.

Questo è l’impegno di Fincopp e del suo Presidente, Cav. Francesco Diomede e questo è l’impegno di AISTOM e del suo Presidente, Prof. Filippo La Torre.

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO