Parlano della XI Giornata dell’Incontinenza

0
4686

Qui di seguito troverete una lista di link agli articoli che parlano della XI Giornata dell’Incontinenza, tenutasi il 28 Giugno 2016.

La Giornata dell’incontinenza è fissata per il 28 Giugno ed ogni anno si organizzano diversi eventi sul territorio volti a sensibilizzare e informare le popolazioni.

http://www.aulsslegnago.it/nqcontent.cfm?a_id=13296

http://www.paginemediche.it/news-ed-eventi/oggi-la-xi-giornata-nazionale-per-la-prevenzione-e-la-cura-dell-incontinenza

 http://www.cronacaoggiquotidiano.it/2016/06/23/xi-giornata-nazionale-per-la-prevenzione-e-la-cura-dellincontinenza-il-28-giugno-allo-iemest-di-palermo-convegno-promosso-dal-ministero-della-salute/

 http://www.colombolab.com/promozioni-studio-medico-colombo/439-22-giugno-2016-xi-giornata-per-la-prevenzione-e-la-cura-dell-incontinenza-2

 http://www.molisenetwork.net/2016/06/22/salute-xi-giornata-nazionale-per-la-prevenzione-e-cura-dellincontinenza-listituto-neuromed-promuove-una-giornata-di-screening-gratuito/

 http://wp.tuttosanita.it/news-salute/litalia-allavanguardia-nella-lotta-allincontinenza-urinaria-e-nellattenzione-verso-i-pazienti/

 http://www.agenpress.it/news/xi-giornata-nazionale-la-prevenzione-cura-dellincontinenza-visite-gratuite-allinrca/

 http://www.politerapica.it/xi-giornata-dellincontinenzamedicina-vicina-territorio/

 http://www.ilfarmacistaonline.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=40927

 http://www.informazione.tv/it/BenESSERE/art/62458-giornata-mondiale-sull-incontinenza-marted-28-giugno-visite-gratuite-all-inrca/

 http://www.ilcittadinoonline.it/benessere-e-salute/27-giugno-la-giornata-prevenzione-cura-dellincontinenza/

 http://giornalelora.com/sanita/xi-giornata-nazionale-per-la-prevenzione-e-la-cura-dellincontinenza/

 http://www.curaincontinenza.it/immagini/locandina-XI-giornata-incontinenza-urinaria.pdf

http://www.intopic.it/salute/incontinenza/

 http://www.gvdr.it/notizie/247-giornata-nazionale-per-la-prevenzione-e-la-cura-dellincontinenza

http://livesicilia.it/2016/06/24/incontinenza-allo-iemest-il-convegno-nazionale_762418/

http://www.cataniaoggi.it/2016/06/21/salute-incontinenza-a-palermo-il-convegno-dellaidop/

http://www.si24.it/2016/06/28/lincontinenza-e-i-nuovi-aspetti-terapeutici-come-gestire-un-male-antico-in-maniera-moderna/256258/

http://www.cronacaoggiquotidiano.it/2016/06/23/xi-giornata-nazionale-per-la-prevenzione-e-la-cura-dellincontinenza-il-28-giugno-allo-iemest-di-palermo-convegno-promosso-dal-ministero-della-salute/

http://palermo.blogsicilia.it/giornata-nazionale-per-la-prevenzione-e-la-cura-dellincontinenza/345337/

http://clicksalute-palermo.blogautore.repubblica.it/2016/06/27/incontinenza-in-sicilia-10-mila-ammalati-a-palermo-si-discute-sulle-nuove-frontiere-di-cura/

http://www.liberoquotidiano.it/news/cronaca/11921683/salute–incontinenza–a-palermo.html

http://www.iostudionews.it/incontinenza-gestione-moderna-di-un-male-antico-un-convegno-nazionale-a-palermo/

http://www.medisalute.it/aidop-incontro-palermo/

http://ennapress.it/palermo-convegno-su-lincontinenza-gestione-moderna-di-un-male-antico.html

http://ennapress.it/palermo-convegno-su-lincontinenza-gestione-moderna-di-un-male-antico.html

http://www.ilmeteo.it/notizie/italia/salute-incontinenza-a-palermo-il-convegno-dellaidop-502623

http://www.newsicilia.it/scienze/incontinenza-gestione-moderna-male-antico/161135

Salute: Finco, 5 milioni in Italia soffrono di incontinenza

Oggi la Giornata nazionale sulla prevenzione e cura

PALERMO

(ANSA) – PALERMO, 27 GIU – “In Italia sono 5 milioni le persone che soffrono di incontinenza, una piaga sociale che comporta un costo sanitario e sociale che ammonta a circa 3 miliardi di euro, tra oneri pubblici e privati. Sul dato nazionale, dei 5 milioni totali, 3 milioni sono donne, ma è un dato ancora sommerso”. Sono le stime diffuse da Francesco Diomede, presidente Finco (Federazione italiana incontinenti) allo Iemest di Palermo, in occasione dell’XI giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’incontinenza promossa dal ministero della Salute. “Per incidere davvero sulla qualità della vita dei pazienti e risolvere il problema all’origine – ha aggiunto Diomede – è stata depositata una proposta di legge nazionale per allestire dei centri di primo e secondo livello, una sorta di libro guida per il ministero e le regioni che ancora non sanno come gestire il problema. Cateteri e pannoloni sono una sconfitta per tutti, anche perché comportano dei problemi di smaltimento ambientale. Purtroppo questo è l’ultimo tabù medico: un paziente paradossalmente preferisce ammettere di avere il cancro che non soffrire di incontinenza”. “Essendo un fenomeno sommerso, è difficile fare delle stime anche a livello regionale – spiega Bernardo Molinelli, chirurgo della segreteria organizzativa del convegno – ma secondo i dati a nostra disposizione, in Sicilia a soffrire di incontinenza nella fascia di età tra 65 e 69 anni sono circa 7690 donne, mentre gli uomini sono circa 1067. Oltre i 65 anni, infatti, la percentuale della popolazione sale del 25%, soprattutto nelle donne”. Preoccupanti i dati sull’incontinenza nei bambini, possibile spia di altre patologie: “L’incontinenza in età scolare riguarda il 5-10% dei bambini siciliani – aggiunge Molinelli – le cause possono riguardare fattori fisici, psicologici, ma anche essere segnali di malattie più gravi come il diabete mellito o patologie del midollo spinale, per questo i sintomi non vanno sottovalutati”. Al centro dell’incontro la prevenzione e l’informazione, come ha sottolineato il presidente Iemest, Bartolo Sammartino: “Dare informazioni utili per affrontare patologie invalidanti come queste – ha detto – è uno dei compiti del nostro istituto in modo da assicurare una migliore qualità della vita a tutti”. “È importante dire ai pazienti che l’incontinenza non è una condizione alla quale ci si deve rassegnare – precisa Carlo Bargiggia, chirurgo e presidente Aidop, associazione italiana disfunzioni organi pelvici – ma oggi sono a disposizione diverse tecniche anche mini invasive per alleviare questo problema”. (ANSA).

YP4-NU/GIM

Sanità:domani al Senato prima proposta legge su incontinenza

Patologia colpisce 5 milioni persone, un convegno a Palermo

PALERMO

(ANSA) – PALERMO, 21 GIU – Verrà presentata domani al Senato la prima “proposta di legge nazionale in favore delle persone che soffrono di incontinenza urinaria e fecale”. Si tratta di una piaga sociale che coinvolge 5 milioni di persone, con costi sanitari (assegnazione di pannoloni a spese delle Asp) e sociali complessivi stimati in circa 3 miliardi di euro. Lunedì 27 giugno alle ore 11,00 presso lo Iemest in Via Michele Miraglia 20 a Palermo verranno presentati in anteprima ai giornalisti i dati economici-sanitari relativi al problema dell’incontinenza, le più importanti innovazioni terapeutiche (la rieducazione perineale, i nuovi farmaci, terapie locali e le nuove tecniche di chirurgia mini-invasiva) che possono rappresentare una svolta nella qualità di vita per i tanti pazienti affetti da questa problematica. Fra i presenti all’incontro Francesco Diomede, Presidente Finco (Federazione Italiana Incontinenti) e Presidente della World Federation of Incontinent Patients e Vice-Presidente della Favo (Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia); Carlo Bargiggia, Presidente Aidop Onlus, già Responsabile dell’Unità di Pelviperineologia al Policlinico Universitario San Matteo di Pavia, che esercita la propria attività di Chirurgo presso la “Casa di Cura Columbus” di Milano ed il Centro “Med Surgery” di Pavia; Bartolo Sammartino, Presidente Iemest (Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia). Un convegno su questo tema si svolgerà il 28 giugno, sempre presso lo Iemest di Palermo, in occasione della “XI Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’incontinenza” promossa dal ministero della Salute. In quella giornata, infatti, molti ospedali italiani aprono le porte ai cittadini per informare e diagnosticare gratuitamente il grave disturbo che colpisce nel nostro Paese milioni di persone, anche in giovane età (ANSA).

Salute: convegno a Palermo,nuovi aspetti terapeutici incontinenza
(AGI) – Palermo, 27 giu. – Convegno domani a Palermo nell’ambito della Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’incontinenza, promosso dall’Associazione italiana disfunzioni organi pelvici onlus. Oggi la presentazione. In Italia ben 5 milioni di persone soffrono di tale disfunzione e, per la prima volta a Palermo se ne parlera’ presso la sede dell’Iemest (Istituto Euro-mediterraneo di Scienza e Tecnologia) durante un Convegno a livello nazionale dal tema “L’incontinenza. Gestione moderna di un male antico. Nuovi aspetti terapeutici”. Sul dato nazionale, dei 5 milioni totali, 3 milioni sono donne, dati comunque approssimativi in via di precisazione definitiva. Essendo un fenomeno sommerso, e’ difficile fare delle stime anche a livello regionale. Secondo i dati, comunque, in Sicilia a soffrire di incontinenza nella fascia over 65 sono circa 7.690 donne, mentre gli uomini sono circa 1.067. Oltre i 65 anni, infatti, la percentuale della popolazione sale del 25%, soprattutto nelle donne. Altri dati particolarmente rilevanti riguardano i bambini: l’incontinenza in eta’ scolare riguarda il 5-10% dei bambini siciliani e le cause possono riguardare fattori fisici, psicologici o ricadere su malattie piu’ gravi come il diabete mellito o patologie del midollo spinale. Durante l’incontro si e’ affrontata anche la questione eco-ambientale. Uno degli aspetti relativi all’incontinenza riguarda proprio lo smaltimento dei pannoloni utilizzati in notevoli quantita’ dai pazienti affetti da tale patologia. Una soluzione proposta e’ il riciclo con macchinari adeguati o l’intervento all’origine con tecniche chirurgiche mini-invasive. Oggi, infatti, grazie ai progressi della scienza medica gli specialisti che trattano l’incontinenza hanno a disposizione delle nuove armi terapeutiche che fino a qualche anno fa non erano disponibili. Il trattamento con metodiche chirurgiche tradizionali era gravato da risultati scarsi se non pessimi a fronte di interventi anche molto invasivi ed invalidanti. Tutte queste nuove metodiche chirurgiche si possono attuare in anestesia locale o loco-regionale evitando cosi’ soprattutto per i pazienti piu’ anziani i rischi di un ‘anestesia generale. Inoltre, con l’attivazione di centri specialistici per la prevenzione, la cura e la riabilitazione dell’incontinenza, oltre al reinserimento nel mondo del lavoro e della scuola, si potrebbe migliorare la mobilita’ sul territorio, grazie anche alla costruzione di bagni pubblici. (AGI) Com (Segue)

Salute: convegno a Palermo,nuovi aspetti terapeutici incontinenza
(AGI) – Palermo, 27 giu. – Convegno domani a Palermo nell’ambito della Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’incontinenza, promosso dall’Associazione italiana disfunzioni organi pelvici onlus. Oggi la presentazione. In Italia ben 5 milioni di persone soffrono di tale disfunzione e, per la prima volta a Palermo se ne parlera’ presso la sede dell’Iemest (Istituto Euro-mediterraneo di Scienza e Tecnologia) durante un Convegno a livello nazionale dal tema “L’incontinenza. Gestione moderna di un male antico. Nuovi aspetti terapeutici”. Sul dato nazionale, dei 5 milioni totali, 3 milioni sono donne, dati comunque approssimativi in via di precisazione definitiva. Essendo un fenomeno sommerso, e’ difficile fare delle stime anche a livello regionale. Secondo i dati, comunque, in Sicilia a soffrire di incontinenza nella fascia over 65 sono circa 7.690 donne, mentre gli uomini sono circa 1.067. Oltre i 65 anni, infatti, la percentuale della popolazione sale del 25%, soprattutto nelle donne. Altri dati particolarmente rilevanti riguardano i bambini: l’incontinenza in eta’ scolare riguarda il 5-10% dei bambini siciliani e le cause possono riguardare fattori fisici, psicologici o ricadere su malattie piu’ gravi come il diabete mellito o patologie del midollo spinale. Durante l’incontro si e’ affrontata anche la questione eco-ambientale. Uno degli aspetti relativi all’incontinenza riguarda proprio lo smaltimento dei pannoloni utilizzati in notevoli quantita’ dai pazienti affetti da tale patologia. Una soluzione proposta e’ il riciclo con macchinari adeguati o l’intervento all’origine con tecniche chirurgiche mini-invasive. Oggi, infatti, grazie ai progressi della scienza medica gli specialisti che trattano l’incontinenza hanno a disposizione delle nuove armi terapeutiche che fino a qualche anno fa non erano disponibili. Il trattamento con metodiche chirurgiche tradizionali era gravato da risultati scarsi se non pessimi a fronte di interventi anche molto invasivi ed invalidanti. Tutte queste nuove metodiche chirurgiche si possono attuare in anestesia locale o loco-regionale evitando cosi’ soprattutto per i pazienti piu’ anziani i rischi di un ‘anestesia generale. Inoltre, con l’attivazione di centri specialistici per la prevenzione, la cura e la riabilitazione dell’incontinenza, oltre al reinserimento nel mondo del lavoro e della scuola, si potrebbe migliorare la mobilita’ sul territorio, grazie anche alla costruzione di bagni pubblici. (AGI) Com (Segue)

Sanita’: incontinenza urinaria, prima proposta legge nazionale
(AGI) – Palermo, 21 giu. – Domani sara’ presentata al Senato la prima proposta di legge nazionale in favore delle persone che soffrono di incontinenza urinaria e fecale. Si tratta di una piaga sociale che silenziosamente coinvolge 5 milioni di persone con costi sanitari (assegnazione di pannoloni a spese delle Asp) e sociali complessivi, stimati in circa 3 miliardi di euro. Il 28 giugno di ogni anno molti ospedali italiani aprono le porte ai cittadini per informare e diagnosticare gratuitamente il grave disturbo che colpisce nel Paese milioni di persone, anche in giovane eta’. Nello stesso giorno un convegno si svolgera’ presso lo Iemest di Palermo, in occasione della XI Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’incontinenza” promossa dal ministero della Salute. Il giorno prima, il 27 giugno, alle 11, sempre allo Iemest di Palermo, verranno presentati alla stampa i dati economici-sanitari relativi al problema dell’incontinenza, le piu’ importanti innovazioni terapeutiche (la rieducazione perineale, i nuovi farmaci, terapie locali.

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO